Senza categoria

Come pulire la lettiera del gatto, trucchi e prodotti indispensabili

I gatti sono meravigliosi compagni di vita e, a differenza dei cani, sono molto più autonomi e indipendenti

Non devi portarli a spasso tre o più volte al giorno, per far fare loro i bisogni, dato che, se stanno in casa, possono usare la lettiera!

Si tratta di un contenitore di semplice utilizzo per il felino ma che, se non pulito quotidianamente, potrebbe cominciare ad essere schivato! Il tuo gatto infatti sceglierà un altro luogo della casa dove lasciare “sorpresine”… e questo potrebbe non essere divertente, oltre che per nulla igienico!

Per cui, imparare a pulire la lettiera nel modo giusto, salverà la vita del tuo gatto, la tua e quella di tutti i membri della famiglia. 

Fattori da considerare

In commercio esistono diversi tipi di lettiere; i più fortunati acquisteranno quella giusta al primo colpo, altri dovranno sperimentarne di diverse prima di trovare quella ideale.

Questo perché ogni gatto ha un carattere proprio: alcuni si adattano facilmente a una lettiera chiusa, altri prediligono principalmente quella aperta, senza coperchio. 

Tuttavia, a prescindere dal modello, la cosa fondamentale è posizionarla in un luogo strategico, in cui il gatto ha facile accesso e allo stesso tempo si sente a suo agio. 

Lasciare la lettiera ad esempio vicino alla porta d’ingresso o in un’area del balcone abbastanza “trafficata”, può essere una scelta sbagliata che comporta una tra le più comuni conseguenze, ovvero quella che il gatto prediliga altri luoghi per fare i suoi bisognini, come ad esempio un tappeto o addirittura il piumone del letto!

Meglio infatti scegliere stanze della casa, come il bagnetto di servizio o un’altra stanza tranquilla. 

Appurato, dunque, che il luogo in cui posizionare la lettiera e la sua struttura siano due principali fattori che possono spingere il felino a rifiutare quel contenitore, vi è un ulteriore motivo (forse il più importante) che può incoraggiare il gatto a “mettere il naso” altrove: la pulizia della lettiera!

Perché è così importante pulire regolarmente la lettiera del gatto?

Innumerevoli sono i motivi per cui è così importante mantenere sempre pulita la lettiera del gatto, ma quelli principali sono sostanzialmente due: la sua salute e l’igiene all’interno dell’abitazione.

Salute del gatto

Un posto pulito dove espletare i bisogni fisiologici è importante per la salute generale del tuo gattino, dato che può prevenire infezioni batteriche che, se trascurate, possono compromettere il suo benessere generale

Lo stesso vale per te e per la tua famiglia; anche gli esseri umani infatti possono risentire della scarsa o mancata pulizia della lettiera del gatto.

Hai mai sentito parlare della malattia da graffio di gatto e della salmonella causata dalla lettiera sporca?

Se si trascura l’igiene della lettiera, sotto le unghiette del piccolo felino si possono annidare detriti e microrganismi, che potrebbero essere trasmessi all’essere umano attraverso i graffi. 

Inoltre, le lettiere pulite aiutano a impedire al gatto di astenersi dalla minzione. 

La ritenzione urinaria intenzionale è un comportamento abbastanza comune per i gatti a cui non è stato dato un posto pulito dove fare i bisogni. 

Una scarsa igiene della lettiera aumenta inoltre il rischio per il tuo gatto di sviluppare infezioni del tratto urinario.

Igiene nell’abitazione 

Mantenere la scatola pulita fornisce, al tuo gatto, un posto confortevole da usare, e a te, un aiuto per mantenere pulita la casa.

Non è sicuramente igienico far scorrazzare il felino ovunque, facendolo salire su poltrone, divani, letti e sedie, con le zampine sporche. 

Ciò diventa ancora più antigienico se ci sono bambini in casa, che hanno la tendenza a toccare qualunque superficie e poi mettere le manine in bocca, senza averle prima lavate!

Inoltre, anche la felicità del tuo felino è un altro fattore da considerare!

Ti sei mai chiesto perché i gatti si leccano sempre? 

È perché amano essere puliti, proprio per questo non sono entusiasti di usare una lettiera sporca.

Al contrario, invece, una lettiera pulita li rende felici e rilassati!

Come pulirla 

La “toilette” deve essere pulita quotidianamente, rimuovendo tutti i residui solidi e sostituendo l’eventuale lettiera satura di urina. 

Se non ti è possibile pulire la lettiera così spesso, preparane un’altra, da sostituire all’occorrenza! 

Anche il contenitore vero e proprio deve essere disinfettato regolarmente per rimuovere gli odori, utilizzando acqua calda e detergente.

Strumenti indispensabili

Gli strumenti che ti occorrono per pulire al meglio la lettiera sono: 

  • Sacchetto di plastica o sacchetto della spazzatura per contenere la sabbia
  • Paletta
  • Detergente
  • Tovaglioli di carta o salviette umidificate
  • Lettiera per gatti
  • Guanti in lattice (opzionale)

Una volta raccolte tutte le attrezzature non ti resta che cominciare!

  • Primo step: raccogli i rifiuti!

Utilizza i guanti se lo preferisci e con la paletta inizia a raccogliere tutti i bisogni solidi del felino, inserendoli in un sacchetto di plastica.

  • Secondo step: svuota tutto il vassoio!

Una volta raccolti i rifiuti solidi, devi svuotare completamente il vassoio e inserire tutto il contenuto in un sacchetto di plastica. 

  • Terzo step: igienizza la scatola!

Quando il contenitore sarà completamente vuoto, dovrai pulirlo a fondo, sia per disinfettarlo che per rimuovere gli odori persistenti. 

Utilizza una spugnetta o delle salviette umidificate, spruzza il disinfettante e poi versa dell’acqua calda per risciacquare.

  • Quarto step: inserisci la nuova sabbia!

Dopo aver asciugato il contenitore con dei tovaglioli di carta, puoi aggiungere la sabbia nuova, completamente pulita.

In men che non si dica, avrai pulito la lettiera del tuo felino così da rendergli nuovamente confortevole la sua toilette!

Questo processo di pulizia completa sarà necessario almeno una o due volte alla settimana; quotidianamente invece basterà rimuovere soltanto i rifiuti solidi e igienizzare il bordo della scatola.

Tuttavia, una volta alla settimana è un tempo decisamente relativo, perché la frequenza con cui devi farlo dipende da quanti gatti hai, dalle loro abitudini in bagno, da esigenze momentanee (ad esempio, se il gatto ha la diarrea, è inutile specificare che devi ripulire tutto a fondo quanto prima) e dal tipo di lettiera che usi.

Quali prodotti utilizzare

Uno dei prodotti indispensabili per pulire il contenitore della lettiera è sicuramente il sapone; non tutti i detersivi però sono adatti per attuare questa pratica. 

Sarebbe meglio evitare prodotti che contengono ammoniaca, candeggina o qualsiasi ingrediente caustico. 

Perfetti sono invece l’acqua calda con limone, aceto o detersivo per lavare i piatti, al fine di rimuovere eventuali batteri e odori in modo naturale! 

Lettiere autopulenti

Per tutti coloro che non hanno sufficiente tempo a disposizione da dedicare alla pulizia della lettiera, sono disponibili modelli di scatole che si puliscono da sole;

di ultima tecnologia e da poco in commercio.

La lettiera autopulente è dotata di un sistema automatizzato con un sensore temporizzato, che si attiva alcuni minuti dopo che il gatto ha lasciato la cassetta. 

In questo modo, i rifiuti vengono “nascosti” in un piccolo cassettino, che dovrà essere comunque svuotato di tanto in tanto. 

Sicuramente, un vantaggio importante di questa particolare lettiera è la comodità di non dover pulire quotidianamente i bisogni del felino, ma tutto ciò ha un prezzo più alto del solito. 

Ciononostante, cerca di fare una scelta ben ponderata, perché alcune di queste lettiere tendono a emettere movimenti o rumori improvvisi, che potrebbero disturbare il tuo gatto.

Per tale ragione e per tutte quelle esposte fino ad ora, è molto importante, sia scegliere il modello di lettiera più consono, che dedicare il giusto tempo alla sua pulizia..

In questo modo, puoi garantire al tuo adorabile felino tutto il benessere di cui ha bisogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.