Senza categoria

Il gatto in casa puzza? Trucchi per risolvere il problema

È un dato di fatto che vivere con un meraviglioso gatto significa “abituarsi” anche ai suoi odori.

Sebbene si tratti di creature molto pulite, a volte i gatti possono emanare o essere (in parte) responsabili dell’accumulo di odori piuttosto sgradevoli, specialmente in abitazioni piccole.

Tuttavia, prima di capire come pulire al meglio la casa e come eliminare quell’odore assai penetrante e fastidioso, è necessario arrivare alla fonte per comprendere da cosa potrebbe dipendere.

Da cosa può dipendere l’odore forte del gatto?

Il cattivo odore può essere causato da una varietà di fattori, come ad esempio la lettiera sporca, l’urina, gli avanzi di cibo nella ciotola, ma non solo!

Possono, infatti, essere responsabili di cattivi odori anche una serie di mancati accorgimenti nella dimora e, in generale, nella cura del gatto che, combinati tra loro, danno vita a questa fragranza nauseabonda. 

Data dunque la molteplicità di cause, è importante capire prima di tutto cosa innesca quel cattivo odore e poi, in base al problema, applicare la soluzione adeguata!

Pulisci il tuo animale domestico

Se l’odore dipende principalmente dal felino, può essere necessario dedicare qualche minuto in più al giorno alla sua toelettatura.

In che modo?

Spazzolando regolarmente il suo mantello, soprattutto se il pelo è lungo, eviterà l’accumulo di peli e detriti sulle superfici della casa e sul corpo stesso del gatto. 

Anche pulire delicatamente le sue zampine, le orecchie e i suoi dentini può fare la differenza!

Se l’animale, inoltre, trascorre molte ore all’aria aperta, è probabile che quando rientri in casa abbia addirittura bisogno di un bel bagnetto.

In questo caso, puoi optare per uno shampoo a secco o per l’acqua e il sapone, purché utilizzi un prodotto studiato appositamente per lui e, soprattutto, che il felino lo gradisca!

In alternativa, puoi munirti di salviette umidificate e strofinare delicatamente il suo pelo, soprattutto nei punti più critici, con una certa frequenza!

Anche in questo caso però devi assicurarti che si tratti di salviettine adatte per i gatti.

Pulisci anche i suoi accessori

Il cattivo odore può derivare anche dalla sua area “relax” e, quindi, dagli accessori che maggiormente utilizza, come ad esempio coperte, giocattoli, tiragraffi ecc. 

Almeno una volta alla settimana, lava la sua copertina preferita e la cuccia in cui dorme, in modo da eliminare germi e batteri che sono la principale causa di cattivi odori, nonché fonti di eventuali problemi di salute, sia per te che per il tuo adorato felino.

Cerca inoltre di non trascurare la pulizia dei suoi giochi, soprattutto se in casa ci sono bambini che possono facilmente entrare a contatto con la sporcizia che si accumula vicino agli oggetti. 

Mantieni, inoltre, pulita la sua zona pranzo: sgrassa le ciotole almeno una volta al giorno e non lasciare avanzi di cibo umido, soprattutto durante la notte. Ciò manterrà la zona pranzo del tuo gatto pulita, priva di batteri e inodore!

Attenzione alla lettiera!

La lettiera è spesso un problema, oltre che la causa principale dei cattivi odori.

L’unica cosa che terrà infatti a bada il “profumo”, è la sua pulizia costante.

Questo significa che bisogna raccogliere le feci ogni giorno e cambiare la sabbia almeno ogni 2-3 giorni

Quando si sostituisce la sabbia sporca con quella nuova, è fondamentale igienizzare anche l’intera scatola, affinché si eliminino i batteri e tutti i residui di sporcizia.

La pulizia regolare della lettiera è fondamentale non solo per l’igiene generale del luogo in cui viene posizionata, ma anche perché se lasciata sporca, il felino può preferire altri luoghi della casa dove andare a fare i bisogni… e in quel caso il cattivo odore diventerebbe davvero intollerabile. 

Perché l’urina del gatto puzza tanto?

L’urina del gatto ha un odore terribilmente sgradevole perché contiene acido urico e altri composti, come i feromoni, soprattutto quando il gatto è nel periodo del calore

L’odore di urina è pertanto difficile da eliminare proprio a causa della sua composizione chimica.

Tuttavia, se dovesse capitare qualche spiacevole inconveniente, per eliminare immediatamente il cattivo odore, bisogna: 

  • pulire la macchia rapidamente e con attenzione, soprattutto perché i gatti amano fare la pipì sempre negli stessi posti, se l’odore persiste; 
  • utilizzare un prodotto specifico per la rimozione degli odori. Esistono prodotti che funzionano in modo diverso: alcuni contengono profumi coprenti per l’odore, altri invece hanno nella composizione enzimi per abbattere l’urina e altri ancora sono in grado di circondare la molecola dell’odore per poi eliminarla del tutto. 

Qualunque sia il prodotto scelto, è importante utilizzarne una quantità sufficiente per saturare l’area contaminata.

Luoghi strategici dove posizionare la lettiera

Se il problema deriva effettivamente dalla lettiera, nonostante la pulizia regolare, forse è il caso di rivedere la sua posizione in casa!

No agli spazi comuni o alle zone troppo trafficate: il gatto potrebbe non sentirsi completamente a suo agio nell’espletare i suoi bisogni in una zona caotica, per questo bisogna optare per un’altra area della casa. 

Sì, a luoghi come: ripostiglio, bagnetto di servizio, balcone riparato, garage, veranda ecc., purché il felino abbia facile accesso alla lettiera! 

Ci vuole sicuramente uno sforzo quotidiano per tenere a bada gli odori della lettiera, ma il risultato sarà un gatto più felice e una casa dall’odore decisamente migliore!

Mantieni la tua casa pulita

Attenzione anche alla pulizia della casa!

Se vuoi sbarazzarti degli odori indesiderati del felino, devi igienizzare spesso. 

Passare l’aspirapolvere, spolverare, pulire e lavare i tessuti: sono solo alcune delle attività più importanti che devi effettuare di frequente se vuoi tenere a bada i cattivi odori. 

Vediamole nel dettaglio.

Fai arieggiare

Anche nei mesi più freddi, aprire porte e finestre al mattino, anche solo per dieci minuti, può fare un’enorme differenza per la qualità dell’aria della tua casa!

Deodora tappeti e moquette

Per combattere davvero quegli odori profondi, ogni poche settimane esegui un’accurata pulizia della moquette con un aspirapolvere a vapore

Non trascurare mai tappeti, cuscini e tappezzeria durante la pulizia. 

I gatti gravitano su queste superfici, lasciando un po’ del loro odore. 

Più questi oggetti “odorano di gatt”o, più i gatti li segneranno!

Prenditi cura dei tuoi mobili

Assicurati di pulire i mobili una volta al giorno; questo rimuoverà cattivi odori ed eviterà che il felino possa marcare più facilmente il territorio. 

Soluzioni naturali per sanificare l’intera abitazione 

Esistono moltissimi prodotti per sanificare l’abitazione, tuttavia, se preferisci i rimedi naturali ai prodotti da banco, puoi utilizzare due soluzioni super efficaci: bicarbonato di sodio o aceto!

Il bicarbonato di sodio neutralizza le proprietà acide, come l’acido urico nella pipì di gatto: basterà cospargerlo sulla zona interessata e lasciarlo agire per 15-30 minuti e poi aspirare il tutto. 

L’aceto invece, essendo acido, può neutralizzare i batteri e alleviare gli odori in modo decisamente naturale. 

Mescola parti uguali di aceto bianco o di mele e acqua tiepida in un flacone spray; spruzza poi la soluzione detergente a base di aceto sulla zona interessata; asciuga infine la soluzione con un tovagliolo di carta o un vecchio panno

Ripeti finché l’odore non scompare!

Oli Essenziali E Candele Profumate

Infine, puoi optare anche per l’uso di oli essenziali e candele profumate, se vuoi rendere ancora più piacevole l’odore della tua abituazione. 

I profumi che la maggior parte dei gatti trova gradevoli sono:

  • lavanda
  • incenso
  • elicriso

Sicuramente non elimineranno i cattivi odori, ma queste soluzioni contribuiranno a rendere profumato l’ambiente già precedentemente igienizzato! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.